Località Coppa di Mezzo - San Marco in Lamis FG

10 km Dal Santuario San Matteo

Come scegliere la tua vacanza nel Gargano

Come scegliere le vacanze sul GarganoRegalarsi una vacanza tra le bellezze del promontorio del Gargano lo sperone d’Italia è come pescare il biglietto vincente della lotteria perché questa terra è la meta perfetta per divertimento e relax: ripido terreno montagnoso, fitte foreste, porti, isole, innumerevoli e spiagge mix perfetto per i soggiorni estivi.

In famiglia o in coppia?

Se siete alla ricerca di una vacanza romantica di coppia centrerete il bersaglio concedendovi emozionanti cene in trabucco abbinate a escursioni idilliache alla scoperta di grotte segrete oppure condendovi accidiosi pomeriggi alla ricerca di un’abbronzatura dorata sulle spiagge delle isole Tremiti. Se viaggiate in famiglia vi divertirete a costruire castelli di sabbia sulle spiagge di Vieste o Rodi Garganico e i bambini ameranno correre liberi tra i fiori della Foresta Umbra magari portando con voi anche il cane compagno di giochi a casa come in vacanza.

Dimenticate l’orologio

Al di là della costa invece potrete rilassarvi nella pianura del Tavoliere che regala paesaggi unici caratterizzati da enormi mosaici di campi dorati se potete concedervi una vacanza non troppo breve andate alla scoperta dei Monti Dauni le sue dolci colline sono punteggiate da piccoli isolati paesi dove il tempo sembra sospeso come Bovino, Pietramontecorvino, Rocchetta Sant’Antonio o di Roseto Valfortore.

Concentrato

Non perdetevi una visita nella storica Lucera o nella bella Foggia, salite alla scoperta di Monte Sant’Angelo che si affaccia sul Golfo di Manfredonia e visitate il suo Santuario e anche se un pochino distante andate a San Giovanni Rotondo dove milioni di pellegrini ogni anno si recano in pellegrinaggio per omaggiare San Pio. Non fatevi mancare una passeggiata serale lungo le vie di Vieste o di Peschici dai vivaci centri storici tutti da vivere.

D.O.C. D.O.P. e I.G.P.

Durante una vostra vacanza nel Gargano per toccare con mano la vera anima di questa terra ricca di storia, tradizione e folklore è importante anche gustare i prodotti enogastronomici dai sapori semplici ma intensi che vi faranno vivere un’esperienza davvero suggestiva. Tra Rodi Garganico Ischitella e Vico del Gargano troviamo un’alta concentrazione di agrumeti che profumano tutta l’aria e inebriano l’animo di tutti i passanti qui, viene coltivata l’arancia bionda D.O.P. e il limone femminello del Gargano I.G.P. il più antico d’Italia riconosciuto anche dai presidi Slow Food. Gli amanti del vino non possono perdere i favolosi vini D.O.C. di San Severo e vi consiglio di non perdervi una giornata intera tra vitigni con degustazione di vini premiati con importanti riconoscimenti.

Tutto questo è miltro altro se lo trovate nel nostro Agriturismo sul Gargano.

Quali sono i laghi del Gargano?

Il Gargano, selvaggio e ricco di natura incontaminata, custodisce nel suo territorio anche due splendide perle naturali, ossia il lago di Lesina e quello del Varano. Due straordinari paesaggi lagunari che si inseriscono all’interno del meraviglioso Parco Nazionale del Gargano. Due grandi macchie di un blu intenso incastonate nel verde acceso del Gargano. Diviso fra distese di ulivi secolari e un mare azzurro incontaminato, si apre lo splendido lago di Lesina.  Un enorme lago salato lungo oltre 20 chilometri separato dal vicino Mare Adriatico solamente da una sottile striscia di sabbia ricoperta da un fitto bosco e chiamata Bosco Isola. Il lago è collegato al mare attraverso le tre foci: Schiapparo, Acquarotta e S. Andrea.

Lago di Varano - GarganoA destra del lago di Lesina si estende la meravigliosa Riserva Naturale del Lago Lesina ampia 930 ettari e parte integrante del famoso Parco Nazionale del Gargano. Qui si trovano animali rarissimi che popolano il bosco e i prati circostanti e circolano liberamente. Il lago di Lesina non è solo un luogo ricco di natura, ma anche di storia, attorno all’acqua infatti si sviluppò durante il Neolitico un villaggio di pescatori e agricoltori che ancora oggi ha lasciato le sue tracce. Dopo aver percorso il boschetto verde, come un’oasi di pace il lago di Lesina appare di fronte agli occhi dei suoi visitatori, pullulante di vita e con un’esplosione di natura selvaggia. Nelle sue acque sguazzano latterini, gamberi, cefali, orate, anguille e spigole, mentre sugli alberi secolari che si stagliano attorno nidificano alcuni fra gli uccelli più rari e belli. Gabbiani rosei, falchi di palude, martin pescatore e fenicotteri rendono il lago di Lesina uno dei luoghi preferiti per gli appassionati di birdwatching.

Tutt’intorno a questa meraviglia naturale sorgono piccoli borghi caratteristici. La più nota è la cittadina di Lesina che sorge su una penisola molto piccola sulle sponde del lago. Visitare questo paese, soprattutto in primavera, è davvero un’esperienza unica. Il clima mite, l’aria del lago e il sole, rendono piacevole scoprire lo splendido Palazzo vescovile, la sontuosa Abbazia di S. Maria di Ripalta e le Pietre Nere, ossia l’insieme di rocce vulcaniche preistoriche.

Poco più in là appare Marina di Lesina, un grazioso paesino ricco di camping e villaggi in cui trascorrere una piacevole vacanza. Immense cave di marmo e un enorme bosco popolato da cinghiali e maialini selvatici, si possono ammirare ad Apricena, nome che in dialetto significa proprio cinghiale. Passeggiando per il centro storico, con le sue viuzze strette e intricate si giunge al maestoso Castello Pagano, opera dei Normanni. A pochi chilometri dal mare, dove l’aria profuma di salsedine e di agrumi, sorge Serracapriola. Qui sorge un magnifico convento dei padri cappuccini dove per un periodo visse il famoso santo San Pio da Pietralcina. Ancora oggi i pellegrini giungono fino a qui per visitare i luoghi in cui Padre Pio visse trovando ristoro nello splendido angolo di paradiso che è il lago di Lesina e soggiornando in uno degli appartamenti vacanze sul Gargano.

Alcuni itinerari sul Gargano da non perdere

Visitare il Gargano è sempre un’esperienza un’unica ed emozionante soprattutto perché lo sperone della Puglia offre una grande varietà di paesaggi e ambienti.

Dal mare, alla montagna, passando per le fitte foreste e le morbide vallate, il Gargano è ricco di ambienti naturali suggestivi e molto diversi fra loro che si possono visitare scegliendo diversi itinerari alla scoperta della storia, della natura e delle tradizioni di questo angolo d’Italia. Uno dei modi migliori per immergersi appieno nella bellezza incontaminata del Gargano è quella di percorrere a cavallo oppure in bicicletta i diversi sentieri che vi porteranno alla scoperta dei numerosi luoghi d’interesse. Fra gli itinerari sul Gargano uno dei più emozionanti è quello nella Foresta Umbra, che può essere fatto anche di notte, per vivere, sentire e vedere appieno la foresta e le sue meraviglie.

Qui i daini e i mufloni pascolano in libertà, mentre la natura nel sottobosco diventa selvaggia e multiforme, con i colori accesi delle orchidee che letteralmente esplodono sotto gli occhi estasiati dei visitatori. Il punto d’arrivo del percorso è il Museo del parco dove sono esposti anche i resti delle antiche civiltà che popolarono la misteriosa foresta millenni fa. Al ritorno si può fare tappa attraverso la cittadina di Vico, una fra le più romantiche della Puglia.

Le sue vie strette che portano al borgo antico, la chiesetta e le antiche mura, offrono uno spettacolo emozionante, soprattutto la sera, quando il sole sta tramontando e le antiche rocce si colorano di rossa e viola.

Allora se si è in compagnia della persona che si ama si può attraversare il famoso vicolo del Bacio, un passaggio così stretto che quando due persone vi transitano insieme sono costrette a baciarsi. Da qui si può arrivare comodamente a San Menaio, con le sue case in riva al mare ed il caratteristico villaggio dei pescatori stretto fra il maestoso promontorio del Gargano e le acque cristalline. Qui il borgo medievale si raccoglie intorno ad una massiccia ed alta torre, mentre intorno si estende il verde morbido delle colline punteggiate dagli alberi di agrumi e dal boschetto di pini d’aleppo. Sulla spiaggia morbida e soffice si sente il profumo della macchia mediterranea, mentre uno sperone di roccia bianca scherma i venti e rende questa zona l’ideale per bagni rilassanti. Si può arrivare a cavallo fino all’arenile, riposarsi nel bagnasciuga oppure scegliere di visitare le grotte carsiche che si inabissano nel fondale azzurro. Una volta scoperta la natura di questo angolo del Gargano sarò difficile non sorprendervi, ma accadrà di nuovo arrivando a Peschici, un paesino costruito su un alto promontorio che si affaccia sul mare azzurro e cristallino.

Dal centro storico, dominato dal castello, con il suo groviglio di strade strette e contorte e le casupole bianche con i tetti a punta, si può osservare con un solo sguardo tutta la costa. E se ad est la scogliera alta e rocciosa si tuffa nel mare creando grotte carsiche profonde e scure, baie e calette nascoste, a ovest si estende la lunga spiaggia dorata, dove arriva il profumo dolce dei mandorleti.