Una terra magica, ricca di colori e di bellezze, bagnata su tre lati dal mare e ricoperta da una natura selvaggia ed incontaminata: il Gargano è tutto questo e molto di più! Per conoscerlo e scoprirlo veramente ecco alcune attività da fare durante una vacanza sullo sperone d’Italia, fra trabucchi, tuffi nel mare blu e sagre gastronomiche, ma anche escursioni a cavallo, esplorazioni e grandi scoperte.

Prendere il sole su una baia nascosta

Se il Gargano è la tua prossima meta estiva non puoi perderti le sue spiagge dorate, con insenature nascoste e baie incantate. Ce ne sono centinaia in un litorale lungo oltre 140 chilometri. Qui si alternano scogliere altissime, a picco sul mare, con spiaggette piccole e sabbiose, con fondali bassi da esplorare con pinne e maschera da sub. La maggioranza si trovano nella zona più settentrionale del territorio, fra Rodi Garganico e Vieste, mentre se sei a caccia di avventura ti consigliamo qualche piccola baia nascosta. Le più belle si trovano nei pressi di Peschici, come la Baia di Gusmay e la spiaggia della Cala, mentre a Vieste troviamo la spiaggia dei Colombi, ideale anche per le famiglie con bambini, ma ce ne sono tantissime altre raggiungibili solo via mare, basta affittare una barca o un gommone per approdare in questi angoli di paradiso. La più suggestiva? Senza dubbio la Cala della Sanguinara, una striscia di arenile bagnata da un mare turchese, incastonata fra le rocce bianche e circondata da una pineta verde, dove riposarsi all’ombra e lasciarsi conquistare dalla natura.

Percorrere il Parco Nazionale del Gargano a cavallo

Non solo mare, spiagge e sole, il Gargano offre anche una natura incontaminata, un polmone verde con oltre 2.200 specie botaniche ed animali in via d’estinzione. Il modo migliore per esplorarlo è quello di seguire uno dei suoi numerosi sentieri, in bicicletta, con il quad o a cavallo. Quest’ultimo mezzo di trasporto è senza dubbio il più suggestivo, vi permette di ammirare il paesaggio in groppa ad uno splendido cavallo, immersi nella natura, respirando l’aria tersa e pulita del Parco e osservandolo in tutta la sua bellezza. Tra i percorsi, da fare anche in bicicletta, troviamo quello del lago di Varano perfetto sia per chi non è molto allenato in bicicletta, sia per chi vuole godersi la passeggiata a cavallo senza particolari ostacoli per la strada. Se invece sei più avventuroso e hai voglia di avventura, poi provare l’itinerario che parte da Mattinata e fa tappa a Monte Sant’Angelo e Coppa Santa Tenda, con ritorno al punto di partenza.

Fare un pic nic nella Foresta Umbra

La Foresta Umbra, con il suo fitto bosco, interrotto da qualche sprazzo di prato verde, offre l’ambiente ideale per un bel pic nic. In più questa sorta di parco botanico a cielo aperto, permette di fare lunghe passeggiate, con percorsi segnalati, ed aree di sosta dove pranzare e riposarsi. E se sei fortunato potresti anche incontrare un Capriolo Garganico o un maialino nero a caccia di ghiande.

Esplorare una grotta

Nei pressi di Mattinata, nel litorale sud, la costa diventa più rocciosa ed aspra, inaccessibile via terra. E’ in questo punto che la natura del Gargano esplode in tutta la sua bellezza, mostrando paesaggi mozzafiato, con grotte e aperture nella roccia. Per visitare questi luoghi ti servirà una barchetta, poi potrete dirigervi nella spiaggia di Mattinatella, l’ultima raggiungibile da terra, ed esplorare il resto del litorale. Una delle più belle è la Grotta Campana Grande che si apre maestosa fra le rocce del Monte Barone e la suggestiva Grotta Smeraldo. Dopo Pugnochiuso invece troverai la Grotta della Pergola, la Grotta dei Marmi, la Grotta Calda e la Grotta dell’Occhi Magico, con due aperture sulla parete che sembrano occhi. Infine da non perdere la Grotta Sfondata Grande, con un lungo corridoio che porta ad una spiaggetta di sabbia dorata, con una piscina d’acqua naturale e limpidissima.

Approdare alle Isole Tremiti

Acque turchesi, fondali esotici, scogli, sole e natura, le isole Tremiti sono un vero paradiso a pochi chilometri dalla costa. Per raggiungerle potete imbarcarvi dal porto di Peschici e approdare nell’arcipelago formato da sei isole. Quasi tutte sono rocciose, con scogli bianchi baciati dal sole e un mare cristallino, sull’Isola di San Domino invece si trova la Cala delle Arene con sabbia e soffice. Portatevi dietro la maschera perché vi servirà per esplorare i fondali intorno alle isole, ricchi di specie animali, ma anche tesori nascosti e relitti.

Vedere le orchidee

Pochi lo sanno, ma il Gargano è famoso in tutto il mondo per ospitare una varietà immensa di orchidee spontanee, come l’orchidea del Gargano, rossa e quella rosa di Puglia che fiorisce a 900 metri d’altezza. D’estate le vallate sono ricoperte di questi fiori colorati e regalano un paesaggio romantico e inedito, che potrai immortalare con la tua macchina fotografica e, perché no, anche dipingere, se sei appassionato di pittura.

Andare ad una sagra

La Puglia è notoriamente una terra di sagre e il Gargano lo è ancora di più. Soprattutto d’estate nel Gargano vengono organizzate feste, manifestazioni e fiere in cui gustare la cucina locale e conoscere le tradizioni di questa terra. Tanti i piatti da gustare, come le orecchiette con patate e pomodoro fresco, il pancotto e l’acqua e sale con uovo. In ogni luogo poi potrai gustare una specialità. Ad esempio a Vico del Gargano troviamo la paposcia, un pane farcito con ricotta fresca, peperoncino, rucola e pomodoro. A Monte Sant’Angelo invece non lasciarti scappare gli scaldatelli, dei taralli conditi con semi di finocchio e le dolcissime ostie ripiene, con mandorle, cannella, zucchero e miele. A Siponto invece puoi gustare la ciambotta, una zuppa di pesce che è un paradiso per il palato. E per finire un bel sorso di limoncello, ottenuto con il limone del Gargano, profumato e dolcissimo.