Nessuna terra come il Gargano, luogo di tradizioni e natura per eccellenza, offre una gastronomia tipica così ricca di piatti gustosi e saporiti, una vera esplosione di gusto per il palato. Ciò che rende speciale la cucina del Gargano è il fatto che tutti i piatti vengono preparati con prodotti freschi e sani che crescono in quelle località, come i pomodori, gli asparagi, le cipolle e le melanzane che vengono utilizzate per preparare deliziose pietanze le cui ricette sono tramandate da secoli da una generazione all’altra.

Molti di questi prodotti dell’orto vengono usati per realizzare conserve e sott’oli che andranno ad arricchire le tavole del Gargano. Si tratta di pomodori secchi, carciofini, peperoni, lampascioni arrostiti e la composta, preparata con verdure miste, che vengono accompagnati con il tipico pane pugliese, croccante fuori e soffice dentro.

Uno dei prodotti tipici del Gargano sono i taralli che qui vengono realizzati in tantissimi modi, sia dolci che salati, i più buoni sono quelli all’anice, ma anche quelli con l’uovo e il vincotto. Fragranti, croccanti e decorati con semi di finocchio sono invece i scaldatielli da gustare mentre si passeggia per le vie di un borgo storico del Gargano o in riva al mare.

Un altro simbolo della cucina del Gargano è il pane di grano duro, fragrante e soffice, con il caratteristico colore giallo, viene servito caldo e accompagnato con pomodoro e basilico e un filo di olio extravergine di oliva, ma anche con olio e origano, oppure aglio e rucola. La cucina del Gargano è una cucina povera, di origine contadina, ma davvero ingegnosa e ricca di gusto. Si tratta di una tradizione culinaria tramandata per secoli in cui niente si butta e ogni ingrediente può servire per preparare piatti nuovi ed inediti. Ad esempio il pane raffermo può essere utilizzato per realizzare l’acqua-sale, un piatto preparato con pane secco ammorbidito nell’acqua e in seguito condito con pomodorini cipolla, origano sale ed un filo di olio extravergine d’oliva locale. Ottimo anche il pancotto, una zuppa con pane raffermo e verdure miste.

Soggiornando in un agriturismo nel Gargano immersi nel verde e nella natura incontaminata di questi luoghi, potrete gustare anche la pasta tipica preparata in casa con semola e farina di grano tenero. Assaggerete così le orecchiette, i cavatelli, i cicatelli, la pasta alla chitarra, i tagliolini e i fusilli preparati che ancora oggi vengono preparati a mano nelle botteghe e condite con sughi a base di pomodoro fresco, verdure e ricotta oppure con corposi ragù di pecora.

I secondi a base di carne sono spesso arrostiti alla brace oppure cotti al forno con patate e cipolle. Fra i piatti più buoni da gustare i torcinelli, cotti sul fuoco, e la pampanella, una tenerissima costata di maiale impanata con pepe e spezie e scottata sulla brace.

Ottimo anche il pesce provenienti dai due laghi di Lesina e Varano, come anguille, capitoni e cefali, ma anche cozze e gamberetti. Dai tradizionali trabucchi posizionati sugli scogli arrivano invece pesci pregiati come la spigola, ma anche gli sgombri, le canocchie e i frutti di mare.